Lombardia Salute

STABILIZZAZIONE PER MEDICI E INFERMIERI

Milano, 25 luglio 2016 – “Il Piano di Gestione delle Risorse Umane approvato oggi dalla giunta regionale va incontro alle esigenze del fabbisogno emerso, permetterà infatti di stabilizzare molti medici e infermieri precari riducendo le assunzioni a tempo determinato, a favore di quelle a tempo indeterminato, coerentemente con il budget assegnato da Regione Lombardia che risulta in linea con quanto previsto nell’anno 2015”. Cosi’ l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera ha commentato l’approvazione in giunta della DGR “Avvio del Piano di Gestione delle Risorse Umane per l’anno 2016 e determinazione del budget 2016 per l’assunzione di personale a tempo indeterminato e determinato per le Aziende Socio-Sanitarie Territoriali (ASST), le Agenzie di Tutela della Salute (ATS), le Fondazioni IRCCS di diritto pubblico e l’azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU)”.

AD AZIENDE POSSIBILITA’ DI STABILIZZARE – “Con il provvedimento approvato oggi – ha detto l’assessore Gallera – le aziende avranno la facoltà di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato operando un turn over dell’85% del personale cessato nell’anno 2016. In aggiunta a questo sono previste delle deroghe che permetteranno alle aziende di sopperire alle necessità riscontrate. In questo contesto le novita’ piu’ importanti riguardano il personale Operatore Socio Sanitari (OSS) cessato nel 2016 che potrà essere sostituito fino alla misura massima del 100% del turn over. E la possibilità per le aziende di procedere all’indizione di concorsi straordinari per l’assunzione di personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, necessario per far fronte alle disposizioni sull’orario di lavoro”.
Con la DGR “Avvio del Piano di Gestione delle Risorse Umane per l’anno 2016 e determinazione del budget 2016 per l’assunzione di personale a tempo indeterminato e determinato per le Aziende Socio-Sanitarie Territoriali (ASST), le Agenzie di Tutela della Salute (ATS), le Fondazioni IRCCS di diritto pubblico e l’azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU)” si provvede ad assegnare il budget 2016 per le politiche di gestione delle Risorse Umane dei dipendenti a tempo determinato e indeterminato.
I CRITERI – Viene, inoltre, data la facoltà alle aziende di operare un turn over dell’85% del personale cessato nell’anno 2016, con la previsione comunque di poter assumere personale in aggiunta a questo turn over per le seguenti figure: – sostituzione dei posti a tempo indeterminato esclusivamente per il personale medico, veterinario e della dirigenza del ruolo sanitario e per il personale del comparto (infermieri, ostetrici, tecnici sanitari, OSS) che sia stato assunto da altra azienda sanitaria pubblica a seguito di procedura di mobilità volontaria; – assunzione a tempo indeterminato del personale in possesso dei requisiti di cui al DPCM 6 marzo 2015 (36 mesi di anzianità a tempo determinato nel periodo da novembre 2008 a ottobre 2013) che sia utilmente collocato in una graduatoria per assunzione a tempo indeterminato dell’Azienda procedente o di altra; – sostituzione del personale Operatore Socio Sanitario (OSS) cessato nell’anno 2016 fino alla misura massima del 100% del turn over; – procedere all’indizione – entro il 31 dicembre 2016 e con conclusione entro il 31 dicembre 2017 – di procedure concorsuali straordinarie per l’assunzione di personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, necessario a far fronte alle eventuali esigenze assunzionali emerse in relazione alle valutazioni operate nel piano di fabbisogno del personale per far fronte alle disposizioni sull’orario di lavoro; – le assunzioni a tempo determinato a titolo di supplenza per maternità, malattie lunghe e aspettative a vario titolo del personale di cui al precedente capoverso potranno essere effettuate in deroga al turn over sopra indicato, nel rispetto del budget assegnato.