Io valgo e il disagio educativo

Io valgo e il disagio educativo

Avere una buona autostima significa sentirsi bene con se stessi e con gli altri, riconoscere i propri pregi e i propri limiti impegnandosi per superarli, mettersi in discussione, aprirsi al confronto con gli altri, alla crescita, al cambiamento. Significa essere favoriti nell’affrontare le delusioni, gli errori e gli insuccessi che inevitabilmente fanno parte della vita. E poi ancora, avere una flessibilità ed una capacità di gestire le emozioni migliore rispetto a chi ha un basso livello di autostima, essere capaci di accedere alle proprie risorse più o meno latenti, attivare il problem solving, essere creativi, mettersi nei panni degli altri… in generale essere più predisposti verso la Relazione.
In un ambito come quello dell’asilo nido, Questo percorso si propone sia come uno spazio-tempo di riflessione e crescita per gli operatori, durante il quale valorizzarne la professionalità, sia come occasione per migliorare le proprie capacità di supporto e sviluppo dell’autostima nei bambini.
Il disagio educativo riguarda la difficoltà degli educatori, in questo caso al nido, di fronte alle fatiche del bambino. E’ un disagio che “non fa rumore” perché se ne parla poco: in genere si dibatte sul disagio adolescenziale, giovanile, dei bambini alla scuola primaria, soprattutto relativamente ai disturbi dell’apprendimento. La prima infanzia è un ambito in cui abbonda la ricerca clinica e l’attenzione verso i disturbi e le patologie dei bambini, ma si parla poco delle situazioni di normalità, all’interno delle quali, però, è possibile che un bambino manifesti una difficoltà, di fronte alla quale l’educatore può, talvolta, sentirsi privo di mezzi per rispondere in modo adeguato. Il disagio educativo si focalizza proprio su questo aspetto.
Con questo progetto si intende quindi occuparsi, da un lato, del disagio dell’educatore che si trova a dover fronteggiare una fatica che porta il bambino (riferendoci al bambino “normale”, che non ha particolari patologie alle spalle) e che si esprime come difficoltà sul piano emotivo, relazionale e comportamentale e, dall’altro, della fatica del bambino, provando a comprendere il significato, il messaggio, delle diverse forme comportamentali attraverso cui la comunica.

Durata 20 ore
DATE da definire

 

Lascia un tuo recapito mail e indica uno o più corsi ai quali sei interessata e sarai avvisata appena saranno definite le date.

Modulo Prenotazioni

Nome*
E-mail:*
Telefono*
Seleziona i corsi*
Note

Categories:

 
Random Portfolio
 
Che Stress
Corso Igienico Sanitario per Tatuatori
Le malattie senili